Numerologia

Esistono diverse discipline che trattano la Numerologia: la Caldea, quella Cabalistica, la Pitagorica, la Vedica, la Cinese, la Numerologia Sacra e altre meno note. Quella a cui ci rifacciamo noi è la Numerologia Esoterica.

La Numerologia Esoterica

La Numerologia Esoterica si avvale, diversamente dalle precedenti, dei 22 Arcani Maggiori dei tarocchi per interpretare l’essere umano in tutti i suoi aspetti: spirituali, corporali, intellettuali ed emozionali. Questi sia in funzione che in conflitto.

Per secoli i tarocchi si sono portati dietro un mistero sul suo reale utilizzo: gioco o strumento di divinazione?

Quella che è diventata opinione comune è che siano nati dapprima come gioco, con le classiche 56 carte suddivise in quattro semi: denari, coppe, bastoni e spade, chiamati Arcani Minori.

In seguito sono state aggiunte altre 22 carte chiamate Lame o Arcani Maggiori diventando così, questi ultimi, strumento utilizzato dai cartomanti per connettersi con una qualche entità e conoscere le risposte di qualsiasi domanda e da altri per comprendere ed interpretare il comportamento degli esseri umani.

La storia dei Tarocchi si intreccia e si confonde con quella dei giochi d’azzardo e per molto tempo si perde il senso profondo di questo potente strumento. Molte modifiche vengono fatte ai disegni tradizionali, a volte per semplice gusto estetico, a volte con intenzione “politica” o “filosofica”.

Come si usa?

Partendo dalla data di nascita di una persona, e solo dalla data di nascita, mediante una serie di calcoli fatti di addizioni e sottrazioni, otteniamo dei numeri che corrispondono a dei precisi ambiti e aree.

A questi numeri vengono attribuiti i corrispettivi Arcani Maggiori dei Tarocchi, che ne rivelano attraverso la loro simbologia i relativi comportamenti in armonia e in disarmonia, i propri talenti in funzione ed i comportamenti in conflitto.

La Numerologia è quella branca dell’esoterismo che attribuisce ai numeri dei significati simbolici mettendoli in relazione con aspetti che appartengono alla natura degli esseri umani. Non è un’arte divinatoria come molti credono.

Possiamo considerarlo un sistema di traduzione non soltanto dei comportamenti umani, psico-biologici, ma anche della realtà stessa. Essa ci permette di definire eventi, situazioni, comportamenti e manifestazioni della realtà.

È il potere dei numeri. Se non ci fosse il numero noi non saremo in grado di riconoscere le cose, di definirle, di mettere un limite tra la nostra coscienza e l’ambiente esterno. Il numero da sempre ha dato struttura alle cose, in quanto esso è legato alla struttura, perché è interdipendente dalla geometria.

Dove c’è numero c’è geometria, dove c’è geometria c’è numero. Anche in noi esiste una sorta di geometria, una geometria della psiche, una geometria dell’anima. Ogni cosa ha una forma e anche la nostra vita, la nostra esistenza, non ne è esente.

Quando noi nasciamo, la data di nascita che ci viene attribuita al momento in cui vediamo la luce per la prima volta, indipendentemente dalle circostanze, conseguenze, impedimenti, ritardi, complicazioni, quel giorno lì, quel momento lì, quell’istante lì, è sacro.

In quell’istante vengono concentrate tutta una serie di energie, di frequenze, di forze archetipiche, traducibili in numeri, e i numeri che traducono queste forze sono quelli della nostra data di nascita.

Puoi curiosare utilizzando il programma apposito per realizzare le mappe all’indirizzo www.mappadeitalenti.it o www.mappadeibisogni.it.

Hai bisogno di aiuto?