Gli Arcani

LA FORZA

XI - LA FORZA

NUMERO XI
NOME LA FORZA
IL VERBO È IO MISURO
SEGNO ZODIACALE / PIANETA MARTE
SIMBOLO IL LEONE
LETTERA EBRAICA KAPH o KAF
POLARITÁ M

In francese La Force, in inglese Strenght, in spagnolo La Fuerza, in italiano La Forza.

Il numero 11 è considerato nella numerologia classica un numero maestro. I numeri maestri specialmente se presenti in personalità profonda o nel giorno di nascita, influenzano soprattutto la parte centrale della vita della persona, ed indica la capacità potenziale di imparare ad apprendere e integrare all'interno della persona molte informazioni spirituali. Quindi ci troviamo su un piano evolutivo molto forte nell’11, dove si possono apprendere conoscenze e conseguire realizzazioni molto più elevate rispetto ad altri percorsi, passando però attraverso situazioni intense che mettono a dura prova la persona. La chiave è concentrarsi a livello di pensiero e azione, su concetti universali, con fede e dedizione, dedicando la propria vita ad un percorso di ascensione personale. Quindi, se la persona si dedica alla sua crescita spirituale, vivrà la vibrazione maestra perché impara ad accettare e ad accogliere nel proprio campo energetico queste frequenze elevate; altrimenti vivrà un livello più basso del numero maestro ossia una sorta di caduta nel suo numero ridotto che è il 2, dove vivrà aspetti legati alla Papessa oltre che agli aspetti conflittuali insiti nel numero 11.

L’11 era prima il 10 che ha deciso di prendere in mano la manovella della sua ruota accettando così il suo percorso di vita, il suo destino, e agisce coscientemente su di esso. Per agire sul proprio destino abbiamo bisogno di forza di volontà, imparare a intervenire su quella che è la nostra realtà e modificarla. Nell’11 troviamo anche l'energia del Bagatto, ovvero, la volontà di agire i propri talenti e le cose che si hanno a disposizione.

Come comportamenti conflittuali avremmo non solo quelli della Papessa ma anche quelli del 10 e quelli dell’1 perché infatti l’11 è un 10 + 1. Da qua in poi, le influenze saranno sia quelle del numero presente come seconda cifra, sia quelle presenti nella sua riduzione (11=1+1=2). Osservando bene gli arcani corrispondenti, potremo trovare molte simbologie, molte affinità.

Nel 10 c’è il desiderio di fare qualcosa ma non si vuole fare il cambiamento, mentre nell’11 ci mettiamo l'energia, la forza, e quindi qui entra in gioco l'energia del Bagatto. Questo potenziale deve essere tirato fuori, e viene tirato fuori grazie all'energia della Forza.

L’11 deve seguire i suoi istinti. Perciò deve imparare che appena sente qualcosa deve subito metterla nel pratico altrimenti entra nel mentale e non agisce. L’11 deve capire che siamo lo strumento di Dio, e che Dio ci dà la forza, ci dà la fede. Ma deve capire che se non agisce non può neanche essere strumento di Dio. Perciò deve agire.

L’11 deve imparare a vivere la propria forza e a manifestare i propri talenti; per questo è il numero dei talenti inespressi, perché hanno molto slancio, altruismo verso le persone, ma hanno paura di portare fuori la propria energia, intesa anche come talenti e capacità. Restano molto umili e hanno paura di sviluppare quello che è il sano ego, cioè quell’Ego che porta ognuno di noi a individualizzarsi e a differenziarsi dagli altri.

Attraverso l’Io, noi ci differenziamo, perché ciascuno di noi ha i propri talenti, attraverso i quali facciamo scorrere l'energia Divina.

Quindi, l'11 impara a integrare l’Ego con l'Essere. Molti 11 possono diventare o troppo umili perché non si permettono o iper egoici. Se non si integra in modo equilibrato il proprio Io e il proprio Ego, può accadere che esageri nel versante opposto, quindi passa dall’iper umiltà all'iper esaltazione.

Un’altra cosa importante per l'11 è tenere fede ai propri obiettivi, cioè portare a termine le cose, mantenere la forza, quindi il non arrendersi. Una volta tirato fuori il suo potenziale, deve mantenere alta l'energia.

Effettua il login

Hai bisogno di aiuto?