Gli Arcani

IL CARRO

VII - IL CARRO

NUMERO VII
NOME IL CARRO
IL VERBO È IO OSO
SEGNO ZODIACALE / PIANETA LEONE
SIMBOLO IL DRAGO
LETTERA EBRAICA ZAYIN
POLARITÁ M

In francese Le Char, in inglese The Chariot, in spagnolo El Carro, in italiano Il Carro.

Il numero 7 è l'archètipo del Carro. Troviamo l’immagine di un giovane uomo, forse un principe o forse un re, perché ha la corona. È in posizione eretta, fiero, sembra una persona che ha molta sicurezza di sé, molto virile. Ha un’armatura con colori forti, brillanti, luminosi, che sottolinea la sua imponenza. Lui è un ragazzo maturo, è il 6 che ha imparato a dominare le difficoltà che aveva in precedenza e ha imparato ad avere una visione dall'alto, centrale e superiore rispetto a quella che è la dualità, raffigurata dai due cavalli. Questo gli dà una maggiore centratura e velocità di pensiero, perché non si perde in distorsioni e seghe mentali. Il 7 parte alla conquista, fiero sopra il suo carro. Vediamo che i cavalli contenuti in questa carta rappresentano due strade differenti, corrono seguendo due direzioni diverse. Potete notare che il cavallo di polarità femminile, quello che sta alla sinistra del carro (alla tua destra rispetto alla carta), quello con le ciglia lunghe, tira verso sinistra ma guarda a destra. Questo sta a indicare uno dei conflitti del 7: il conflitto di direzione. Possono essere visti come due forze che abbiamo all'interno del nostro inconscio. Due polarità: il maschile e il femminile.

Il compito del 7 è quello di guidare questi due cavalli nella stessa direzione. A volte diventa difficile a causa della difficoltà nel mettere d’accordo i due emisferi, il destro e il sinistro, che in questa carta sono rappresentati sia dai cavalli che dalle due facce poste sulle sue spalle, a rappresentare i suoi genitori; lui porta il peso e le influenze della famiglia, della genealogia. Non si sente veramente libero nell'azione, non è guidato dal proprio interiore, dal proprio centro, bensì dal peso che ha sulle spalle, dalla famiglia.

Il 7 è anche un numero di ricerca spirituale, di trascendenza. Dall’alto del suo altare egli vuole saziare il suo intelletto. Egli vuole affermare la sua posizione. Il suo istinto lo porta ad andare, a volte senza pensare. Per lui l’importante è andare, anche se potrebbe schiantarsi alla prima curva. Il 7 deve stare attento a non schiacciare gli altri con il suo carro. Egli è attratto dal potere e per questo tende a concentrarsi perlopiù nell'aspetto dell'azione, della virilità e del movimento.

Negli arcani maggiori dei Tarocchi il 7 rappresenta la capacità di essere nel pieno delle nostre forze per conquistare la vita, prendere in mano le redini della nostra vita. Che cosa vuol dire prendere in mano le redini della nostra vita? Vuol dire lasciare andare i condizionamenti di mamma e papà e andare avanti autonomamente avendo pieno dominio di noi stessi. Nel 7 abbiamo lo scettro che è uno scettro di saggezza, che ci dà il dominio di noi stessi e non come forma di ribellione; è un dominio che noi otteniamo grazie alla saggezza che riceviamo dall'alto. Solo dominando noi stessi possiamo imporre la nostra volontà, indirettamente, a qualcun altro.

Hai bisogno di aiuto?
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: