Nati il 1 Febbraio

Nascere il 1 Febbraio: determinazione e rapidità

Il numero 1, se osservato dalla prospettiva della numerologia esoterica, evidenzia fin da subito tutte le proprie caratteristiche e proprietà. Esso infatti costituisce un prolungamento dello 0 e del 22, una zona di mezzo.

Come noto infatti la numerologia esoterica si sviluppa su base 22, ovvero sui numeri che vanno dall’1 fino al 22. Il primo numero è quindi quello che in qualche modo connesso a ciò che vi è prima dell’inizio e dopo la fine.

L’1 è dunque il simbolo di un’energia primordiale, assolutamente pura, che non si è ancora manifestata, che è ancora allo stato grezzo, caotico, di cui è possibile riconoscere soltanto uno stampo chiaramente solare e la polarità maschile.

Essendo un numero iniziale non ha esperienza e deve quindi trovare sé stesso, non potrà trovare alcuna affermazione senza prima prendere consapevolezza della propria identità. Il numero 1 è legato dunque a doppio filo all’azione.

Infatti questo numero è dotato di tutti gli strumenti possibili, ma deve passare all’azione per realizzarsi. La persona che ha l’1 nella data di nascita evidenzia immediatamente queste caratteristiche: ha tutti gli strumenti necessari, è pronto, deve soltanto fare quel primo passo, deve in qualche modo “sbilanciarsi”, passare all’azione.

Il problema principale legato all’1 è quello di scegliere da dove cominciare: infatti un 1 che non funziona correttamente si blocca davanti a tutte le possibilità che ha di fronte. La scelta lo inibisce, non si muove, rimane bloccato, fermo.

È come se parlassimo di un neonato: dentro di sé ha tutte le potenzialità del mondo, può diventare qualunque cosa, ma deve iniziare, deve evolvere per davvero entrare in funzione. L’1 ha una responsabilità enorme: deve dare inizio a tutto il ciclo dei numeri, ed egli non ha alcuna esperienza.

Esso infatti proviene dallo 0 e si ricorda ancora della connessione con Dio, con il Tutto, con l’Universo, con l’Infinito, ma adesso si ritrova nella materia ed è costretto a prendere una decisione e ad entrare in azione. Non può tornare indietro, alla fusione con Dio, e davanti ha un mondo sconosciuto.

Si tratta di un blocco che può essere vissuto in maniera anche molto importante dalle persone che hanno l’1 nella data di nascita, sviluppandolo ovviamente anche in diverse nevrosi e problematiche di vario genere.

Nella ristretta élite degli Arcani Maggiori, nel mazzo dei Tarocchi, la carta numero 1 è quella de Il Bagatto, una delle figure più emblematiche dell’intero mazzo.

Nella rappresentazione classica dei Tarocchi di Marsiglia vediamo una figura maschile posta dietro ad un tavolo: con la mano sinistra tiene una bacchetta che sembra utilizzare per governare gli elementi che ha davanti a sé.

Infatti sul tavolo sono esposti gli elementi che simboleggiano i 4 semi delle carte: Denari corrisponde all’elemento Terra, Bastoni simboleggia il Fuoco, Coppe rappresenta l’elemento Acqua e Spade l’elemento Aria. Il Bagatto dovrà imparare ad utilizzare il proprio potere su questi elementi.

Da notare che se in una mano stringe la bacchetta con cui domina gli elementi, nell’altra tiene una moneta d’oro simbolo del Sole e quindi, per estensione, del rapporto con Dio.

Nel momento in cui questa carta entra in una stesa di Tarocchi sarà necessario andare ad interpretarla alla luce di alcune parole chiave e concetti di riferimento: potenzialità, abilità, giovinezza, creatività, inizio, idee interessanti, astuzia, giocoliere.

Ma nel caso in cui la carta de Il Bagatto esca nella stesa in senso rovesciato le parole chiave e i concetti di riferimento saranno di tutt’altro tipo: ansia, perdita, imbroglione, malattia mentale, riferimento ad un truffatore.

Le persone nate il 1 Febbraio sono governate dal punto di vista planetario dal Sole, la stella più importante per gli esseri umani e che nelle antiche tradizioni è sempre stata associata al calore, alla luce, all’energia creativa. L’influsso contemporaneo di Urano, pianeta che governa il segno dell’Aquario, rende il potere e l’energia del sole particolarmente elettrica, tesa e confusa.

 

I nati in questo giorno

I nati il primo giorno di Febbraio si rivelano essere persone molto concrete, razionali e non sembrano affatto soddisfatte dalle speculazioni filosofiche o teoriche: esse hanno bisogno di spiegare molto bene le loro idee, fissandole possibilmente nella materia.

Stiamo parlando di individui coraggiosi e caparbi, soprattutto quando sentono di essere dalla parte della ragione. La loro determinazione si accompagna ad una grande rapidità di pensiero e di ad un’eccelsa abilità nel muoversi in mezzo alle situazioni.

Sanno improvvisare e sembrano perfettamente consci di quali argomentazioni sono adatte ai loro fini e quali sono invece le tematiche da evitare. Le persone nate in questo giorno sono particolarmente energiche e spesso, mosse da questa grande carica, diventano anche molto impazienti.

La loro grande emotività li rende impulsivi, spesso confusi, contradditori e molto difficili da gestire: non a caso sotto la spinta dei loro istinti si mettono spesso in situazioni spiacevoli. I nati il primo Febbraio vivono quindi con due anime: quella razionale e concreta da una parte e dall’altra quella emotiva, reattiva e vulnerabile.

 

La Salute

I nati il 1º Febbraio, come già evidenziato in precedenza, hanno nella loro emotività il punto debole: essi infatti possono andare incontro a situazioni difficili da gestire e che possono compromettere la loro salute.

Dovrebbero evitare il famigerato proverbio “chiodo scaccia chiodo”, che non funziona affatto per loro: quando tentano una soluzione ad un problema con una sostituzione finisce che sviluppano una dipendenza e rafforzano un comportamento sbagliato.

A tavola dovrebbero optare per una dieta sana ed equilibrata, tenendo sotto controllo gli zuccheri, l’alcol, il tabacco e tutte quelle sostanze che sembrano dare sollievo alla loro emotività, ma che in realtà creano dipendenze.

Dal punto di vista dell’attività fisica sono consigliati praticamente tutti gli sport e tutte le discipline. Si raccomanda la regolarità e la costanza nelle attività fisiche.

 

Il Santo del giorno

Il primo giorno, del secondo mese dell’anno è dedicato nel calendario cristiano a Santa Brigida d’Irlanda, una badessa vissuta a cavallo tra V e VI secolo che è seconda in Irlanda per venerazione soltanto a San Patrizio.

 

Un ultimo consiglio

I nati il 1º Febbraio dovrebbero coltivare maggiormente le proprie intuizioni e i poteri che da esse derivano.

 

Clicca qui per vedere tutti i giorni di nascita

Lascia un commento

Hai bisogno di aiuto?