Nati il 10 Maggio

Nascere il 10 Maggio: originalità e impatto

Il 10 costituisce fondamentalmente un nuovo inizio. Esso infatti arriva dopo il 9, il numero che sancisce la fine di un ciclo, l’ultima cifra prima di riiniziare, appunto, a rivedere le stesse cifre già viste, una accanto all’altra.

La numerologia classica definisce il 10 come un 1 potenziato e migliorato. Se il 9, dal punto di vista geometrico, è raffigurabile come un cerchio perfetto, il 10 si può tradurre graficamente come un cerchio al cui centro è posto un puntino: da semplice cerchio dunque diventa ruota, integrando nel discorso il concetto di movimento.

Le persone che hanno il 10 nella loro data di nascita dovrebbero prendere in seria considerazione il suggerimento che arriva loro dalla ruota, ovvero il movimento. Nulla rimane fermo nell’universo, tutto è in eterno movimento, in continua trasformazione, ogni cosa cambia, si evolve, sembra morire per poi rinascere.

Non si trovano appigli sicuri in questo stato dell’esistenza, non esistono solidità perenni: l’unica certezza, per paradosso, è che non vi sono certezze. L’unica cosa che non cambia è dunque il fatto che tutto cambia.

Purtroppo per loro le persone con il 10 nella data di nascita mal digeriscono il cambiamento e affrontano questa inevitabilità con una sorta di blocco infantile: infatti proprio come i bambini si aspettano che gli eventi inattesi siano gestiti per loro dai genitori, allo stesso modo chi ha il 10 attende che sia qualcun altro a risolvere la questione per conto loro.

Durante la loro evoluzione sviluppano interi sistemi di pensiero e teorie che riescono a giustificare la loro non azione, il loro rifiuto del cambiamento, attendendo che qualcun altro risolva la questione per loro conto.

Non è raro che questi individui facciano grossa confusione anche con le diverse fedi religiose considerando giustificato il fatto di non intervenire in prima persona in nessuna questione poiché si dicono convinti che sarà Dio ad agire per essi.

In realtà la loro non è fede, ma una giustificazione alla loro tendenza a non mettersi in moto, a non prendere le redini della propria vita, a non agire.

Diventano estremamente fantasiosi nel creare teorie, ma vi è da star certi che ci sarà un elemento comune a tutte le loro incredibili elaborazioni mentali: alla fine della loro tesi essi risulteranno risparmiati dal dover fare qualcosa.

Temono il cambiamento più di ogni altra cosa e si mettono degli ostacoli da soli, in modo da scoraggiare qualunque tentazione ad entrare in azione.

Sembrano sapere benissimo che facendo quel primo e fatidico piccolo passo, mettendosi in moto, sarebbero in grado di gestire meglio la loro vita e darebbero il via ad un circolo virtuoso importante, ma non si muovono.

Temporeggiano. Rimangono bloccati. L’universo non sembra portargli rancore e lascia loro l’opportunità di fare quel primo passo sempre a portata di mano: se molleranno le loro teorie fataliste e si metteranno in azione, potranno immediatamente dare il via ad un’importante evoluzione.

Nel mazzo dei Tarocchi, tra gli Arcani Maggiori, la carta numero 10 è quella de La Ruota della Fortuna. Questo Arcano è legato a doppio filo al concetto di movimento e di cambiamento, connesso chiaramente con tutto ciò che è impermanente e con lo scorrere del tempo.

Nella rappresentazione tradizionale di questa carta vengono distinti 3 personaggi importanti dal punto di vista della rappresentazione simbolica: la figura a sinistra rappresenta l’aspetto materiale e corporale, quella a destra simboleggia la sfera mentale e intellettuale.

La figura riportata in alto invece, assisa proprio sulla ruota, rappresenta simbolicamente la sfera spirituale.

Nel caso in cui la carta de La Ruota della Fortuna esca in una stesa di Tarocchi sarebbe opportuno considerare un elenco di concetti e parole che rende la lettura dell’Arcano più profonda: movimento incessante dell’universo, rinnovamento, evoluzione, nuovi cicli, soluzioni.

Quando però questa stessa carta si presenti nella stesa, ma in senso invertito, l’elenco di parole e concetti da prendere a riferimento sarà ben diverso: difficoltà, vicoli ciechi, blocchi, problemi.

Le persone nate il 10 Maggio dal punto di vista planetario sono governate dal Sole, il luminare per eccellenza che l’astrologia associa all’ottimismo, all’energia e alla positività. Il contemporaneo influsso di Venere, pianeta che governa il segno del Toro, aggiunge sicurezza e un forte magnetismo ai nati in questo giorno.

I nati il 10 Maggio

I nati il 10 Maggio sanno guadagnarsi grossi traguardi nel loro ambito, ma danno il meglio di sé se lavorano in solitaria. Non sono dei grossi giocatori di squadra e la loro originalità è evidente ad ogni passo.

Possono comunque essere dei buoni insegnanti, seppure essi interpretino questo ruolo esclusivamente dando il buon esempio. La loro originalità si afferma immediatamente appena si chiede loro un’opinione qualunque: essi hanno un modo unico di guardare al mondo.

La loro visione non è la sola caratteristica che li distingue dalla massa, ma anche l’impatto che le loro opinioni hanno sul mondo che li circonda è estremamente rilevante.

Essi infatti non passano inosservati e sanno imprimere bene le loro opinioni originali nel loro ambiente, creandosi così molti nemici anche potenti.

La Salute

I nati il 10 di Maggio tendono a dare per scontata la propria salute: un errore molto grave, purtroppo molto comune. Essi tendono ad ignorare anche i sintomi più evidenti e sarebbe quindi opportuno che essi programmassero dei periodici check-up medici, onde forzarsi a non trascurare la propria salute.

A tavola i nati in questo giorno dovrebbero evitare i cibi grassi, gli zuccheri e tutti quegli alimenti poco sani. La loro dieta ideale è leggera, ben equilibrata e piena di verdure e alimenti freschi. Una costante attività fisica, a medio-bassa intensità, è fortemente raccomandata, soprattutto in quelle discipline che li mettono a contatto con la natura: passeggiate, nuoto, sci…

Il Santo del giorno

Il decimo giorno, del quinto mese dell’anno è dedicato nel calendario cristiano a San Cataldo di Rachau, vescovo irlandese del settimo secolo molto venerato a Taranto ove egli compì molti miracoli e dove si trova la sua tomba.

Consiglio del giorno

I nati il 10 Maggio dovrebbero considerare le conseguenze delle proprie azioni, prima di agire e non dopo.

 

Clicca qui per vedere tutti i giorni di nascita

Lascia un commento

Hai bisogno di aiuto?