Nati il 17 Febbraio

Nascere il 17 Febbraio: lotta e sensibilità

Il numero 17 condivide con il numero 13 il destino di essere stato frainteso nell’antichità e di essere quindi stato battezzato come “numero sfortunato”.

La sua cattiva fama si origina fin dall’antica Grecia quando la scuola pitagorica considerò che esso doveva per forza essere un numero detestabile poiché era in mezzo a due numeri perfetti: infatti il 16 ed il 18 rappresentano geometricamente due quadrilateri perfetti di 4×4 o di 3×6.

Il 17 era visto quindi come un elemento spurio, un’impurità in mezzo a due perfezioni. Ma anche nella Bibbia è riportato, nel celebre racconto del Diluvio Universale e dell’Arca di Noè, che il diluvio iniziò il 17 ed il 17 ebbe termine.

Anche i romani diedero il loro contributo alla cattiva fama del 17: essi infatti lo vedevano con sospetto perché la sua trascrizione nel loro sistema numerico, XVII, corrispondeva all’anagramma della parola VIXI, parola che si era soliti apporre sulle lapidi e che si può tradurre con “vissi”.

Ecco spiegata la cattiva fama del 17, che però secondo la numerologia esoterica non solo non porta sfortuna, ma è anzi un numero particolarmente propizio perché è pieno del potere dell’8 (1+7=8) e apre l’orizzonte ad una nuova consapevolezza interiore.

Dopo il 15 e il 16 infatti il 17 si apre ad un’energia prorompente capace di dare la spinta verso una nuova vita. Quando si arriva al 17 si è infatti depurati da tutte le vecchie strutture, liberati da tutte le ancore del passato e si ha uno sguardo più lucido, più completo.

Con questo numero si ha la contezza dei propri mezzi, si ha la consapevolezza del proprio ruolo e della propria identità. Soltanto così si potrà essere d’aiuto anche agli altri, offrendo loro la possibilità di trovare sé stessi e di aprirsi a nuove dimensioni.

Quando le persone si trovano in opposizione al 17 si assiste ad una mancata purificazione, a qualcosa di non risolto che permane a disturbare l’evoluzione.

Le persone che hanno il 17 nella loro data di nascita, in piena funzione, dovrebbero proprio occuparsi di sviluppare tutte le loro potenzialità, di accettarsi per quello che veramente sono, di conoscere sé stessi. A quel punto si potranno aprire agli altri con autenticità e in piena fiducia.

Tra gli Arcani Maggiori del mazzo dei Tarocchi la carta numero 17 è quella de La Stella, anche detta Le Stelle. In essa solitamente viene rappresentata una donna nuda che versa in un corso d’acqua dei liquidi provenienti da due diverse anfore.

Questo gesto è un chiaro simbolo alla purificazione dei nostri fluidi. In estrema sintesi questo atto simbolico rimanda al processo di purificazione energetica necessario, per poi rimettere la stessa energia in circolo, donandola agli altri.

In questa figura si racchiude dunque ad uno stato più alto che viene raggiunto, una perfezione che appena viene sfiorata è messa subito a disposizione degli altri.

La carta de La Stella quando esce in una stesa di Tarocchi deve essere considerata alla luce di alcune parole chiave e concetti di riferimento: superamento degli ostacoli, nuove visioni, gioventù, bellezza, grandi possibilità, fiducia nel futuro, volontà di mostrarsi al mondo, concretizzazione dei sogni.

Nel caso in cui questa carta si presenti in una stesa di Tarocchi in senso rovesciato sarà opportuno tenere presenti altri concetti e parole chiave: arroganza, furto, menzogna, vanità, spreco, impotenza, perdita, solitudine.

Le persone nate il 17 Febbraio dal punto di vista planetario sono governate da Saturno, il pianeta che secondo le tradizioni astrologiche è associato alla percezione dei limiti, alle restrizioni e alla tendenza al giudizio.

In questo momento dell’anno si attraversa la delicata fase di cuspide tra Aquario e Pesci e sono dunque coinvolti nell’influsso sui nati in questo giorno anche Urano, che governa il segno dell’Aquario e Nettuno che governa quello dei Pesci.

Questo mix molto forte apporta una certa stabilità alla persona coinvolta, ma anche una tendenza alla diffidenza e alla reticenza.

 

I nati in questo giorno

I nati il 17 di Febbraio sono individui molto sensibili che fin da giovanissimi indossano una corazza e si scagliano con tutte le loro forze contro il mondo che li circonda.

Essi hanno coraggio da vendere e non gli fa paura la lotta: anzi, per tutta la vita dovranno affermarsi attraverso battaglie estenuanti. Alcune persone nate in questo giorno hanno condizioni di partenza migliori di altre, ma la lotta continua rimane per tutti.

Prima ancora di iniziare la loro lotta con il mondo dovranno però lottare con sé stessi fino ad acquisire la forma che vogliono per sé. Il loro spirito battagliero è figlio di una semplice considerazione che di solito fanno già da giovanissimi: ogni commento poco gratificante e ogni critica, li ferisce in maniera pesante a causa della loro sensibilità.

Questo li porta a concludere che non potendo sopportare una vita fatta di ferite, dovranno potenziare le loro difese ed alzare muri intorno al fine di crearsi una sorta di fortezza più o meno inespugnabile.

Sono tenaci e rigidi esteriormente quanto delicati e sensibili interiormente. Purtroppo per loro tendono a rifuggire ogni contatto troppo profondo e ad isolarsi, proprio perché non vogliono offrire punti deboli.

 

La Salute

I nati il 17 Febbraio possono sviluppare ferite psicologiche in tenera età che poi si portano dietro tutta la vita.

In questo senso sarebbe opportuno che si avvicinassero quanto prima alle discipline meditative e a tutte quelle conoscenze che permettono l’elaborazione del passato e la conoscenza di sé stessi.

Dal punto di vista dell’attività fisica sono molto raccomandate tutte quelle discipline che prevedano lo sviluppo del corpo ed anche quelle che mettono in diretto contatto con la natura.

A tavola dovrebbero evitare i cibi particolarmente grassi e orientarsi maggiormente verso alimenti freschi e naturali.

 

Il Santo del giorno

Il diciassettesimo giorno, del secondo mese dell’anno è dedicato nel calendario cristiano ai Santi sette fondatori dell’Ordine dei Servi di Maria. Si tratta di Manetto dell’Antella, Amadio degli Amedei, Bonfiglio Monaldi, Uguccione degli Uguccioni, Sostegno dei Sostegni, Bonagiunta Manetti e Alessio dei Falconieri, patrizi del XIII secolo che fondarono l’importante Ordine.

 

Il consiglio del giorno

I nati il 17 Febbraio dovrebbero rimanere aperti al mondo esterno: senza paura.

 

Clicca qui per vedere tutti i giorni di nascita

Lascia un commento

Effettua il login

Hai bisogno di aiuto?