Nati il 18 Giugno

Nascere il 18 Giugno: influenza e abilità

La numerologia esoterica riconosce al 18 un ruolo importantissimo: esso infatti sarebbe una sorta di rappresentazione numerica della connessione tra Cielo e Terra. Questo numero è dunque il simbolo dell’equilibrio tra la vita spirituale e quella materiale.

Il 18 ha quindi come riferimento la parte ricettiva dell’uomo, l’anima, la zona riflessiva, il lato che potrebbe essere definito accogliente e “femminile”.

Stiamo dunque parlando di una forza molto particolare capace di svolgere funzioni diverse rispetto alle altre forme di energia, tra cui, ad esempio, possiamo citare la capacità di mettere in ordine le energie inconsce e tradurle poi in emozioni.

Sono evidentemente connesse al 18 anche le pulsioni, l’intuito, le sensibilità e ne consegue che tutte le espressioni artistiche, così come il mondo dei sogni, hanno come riferimento questo numero.

Le persone che hanno il 18 nella loro data di nascita molto spesso si rivelano dotate di un intuito straordinario se non, addirittura, di vere e proprie capacità medianiche. Essi sembrano sapere, in ogni situazione, prima e meglio degli altri, come muoversi e questa consapevolezza non arriva dai canali logici, ma dal loro intuito.

Da sottolineare che il 18 è legato anche all’illusione, poiché essa fa parte del mondo dei sogni. In effetti l’illusione di per sé non porta risultati concreti, ma testimonia chiaramente come il mondo interiore abbia un grande peso sulla vita.

Le illusioni, se ben metabolizzate, possono aprire la coscienza. Coloro che entrano in conflitto con il numero 18 solitamente manifestano una forte paura irrazionale del loro lato sensibile: sembrano quasi traumatizzati quando sono costretti a riconoscere la propria fragilità.

Riconoscere il loro bisogno d’amore, entrare in contatto con il loro lato sensibile è per loro un vero atto eroico. La paura delle delusioni li blocca, non permette loro di entrare in contatto con la loro sfera più profonda.

Essendo persone che interiorizzano tutto questi conflitti possono facilmente portare a somatizzazioni varie con ovvi disagi per il corpo.

Nel mazzo dei Tarocchi, tra gli Arcani Maggiori, la carta numero 18 è quella de La Luna. Questo Arcano, così come l’astro, rappresenta la parte femminile e ricettiva dell’essere umano. Infatti la luna brilla di luce riflessa, recepisce la luce del Sole, la trasforma e poi la irradia.

Inoltre la luna è la padrona delle maree e delle dinamiche inerente ai nostri fluidi corporei, di conseguenza è anche connessa all’Elemento Acqua. Si fa riferimento alla luna anche quando si ha a che fare con le emozioni umane: solitamente le persone troppo emotive vengono appunto appellate “lunatiche”.

Nella rappresentazione classica di questo Arcano, il satellite è rappresentato mentre guarda verso sinistra, verso il passato, e sotto all’astro si trovano due lupi intenti a dissetarsi con le gocce che cadono dai raggi lunari.

Davanti a tutta questa scena è rappresentato uno specchio d’acqua dal quale emerge un’aragosta che tiene saldamente con le sue chele due perle. Dal punto di vista simbolico l’aragosta rappresenta la nostra parte più intima, che vive in profondità e che è protetta da una dura scorza, mentre le perle rappresentano la sostanza più preziosa della nostra essenza.

Quando la carta de La Luna entra in una stesa di Tarocchi sarebbe opportuno prendere in seria considerazione una serie di parole e concetti che permette di approfondire la lettura dell’Arcano: femminilità, madre cosmica, ricettività, attrazione, intuizione.

Qualora invece questa stessa carta si presenti nella stesa, ma in senso rovesciato, la serie di parole e concetti da prendere a riferimento sarebbe molto diversa: inganno, illusione, mancanza di scopo, paura, confusione.

Le persone nate il 18 Giugno sono governate dal punto di vista planetario da Marte, il pianeta rosso che in tutte le principali tradizioni astrologiche è legato alla forza, all’aggressività e anche alla guerra.

Il connubio tra l’influsso marziale e quello di Mercurio, pianeta che governa il segno dei Gemelli, può portare i nati in questo giorno a sviluppare una personalità fortemente polemica e talvolta rabbiosa che arriva ad ottenebrare la loro mente tendenzialmente logica.

I nati il 18 Giugno

I nati il 18 di Giugno sono persone piuttosto straordinarie: si muovono dietro le quinte, raramente si espongono direttamente, ma esercitano un’influenza fuori dal comune su tutti. Addirittura sembra che queste persone siano in grado di condizionare gli altri anche attraverso canali energetici e con la forza del pensiero.

Poco raccomandabili come nemici sono solitamente molto abili anche con il denaro, soprattutto le donne che rivelano abilità davvero fuori dal comune per l’amministrazione e la gestione delle finanze.

Sono proprio le donne nate il 18 Giugno a rappresentare simbolicamente alla perfezione le abilità dei nati in questo giorno: esse si rivelano in grado di ribaltare tutti i pronostici e da una condizione disperata riescono ad assurgere a posizioni di potere e di influenza.

Gli uomini puntano molto sul loro fascino naturale, ma molto spesso finiscono per diventare un poco dipendenti dall’adorazione altrui.

La Salute

I nati il 18 di Giugno godono solitamente di buona salute anche perché si prendono giustamente cura di sé e non trascurano le sintomatologie varie.

Sarebbe importante che queste persone si avvicino quanto prime alle discipline olistiche e alle varie forme di meditazione: sono molto portati per tutto questo e ne trarranno sicuro giovamento.

Allo stesso modo i nati in questo giorno sono portati anche per l’attività fisica, soprattutto quella che li mette in contatto con la natura: nuoto, trekking, passeggiate nella natura… sono tutte attività che li aiutano non solo a mantenersi in forma, ma anche a gestire il loro equilibrio interiore.

A tavola la moderazione è sempre raccomandabile così come una dieta orientata al consumo di pochi carboidrati, pochi grassi e pochissimi zuccheri. È opportuno puntare maggiormente sulle verdure e sui cibi sani e freschi.

Il Santo del giorno

Il diciottesimo giorno, del sesto mese dell’anno è dedicato nel calendario cristiano a San Gregorio Giovanni Barbarigo, Vescovo del diciassettesimo secolo che fu celebre sia a Bergamo che a Padova dove aveva istituito il seminario per i chierici, ed insegnato il catechismo ai fanciulli nel loro dialetto.

Consiglio del giorno

I nati il 18 di Giugno dovrebbero imparare a dividere equamente le proprie energie, destinandone un po’ a tutti gli aspetti della vita.

Clicca qui per vedere tutti i giorni di nascita

Lascia un commento

Hai bisogno di aiuto?