Nati il 22 Dicembre

Nascere il 22 Dicembre: continuità e preparazione

Il numero 22 è associabile all’energia pura, senza limiti. Parliamo di quell’energia primordiale e caotica che non ha forma, ma può diventare tutto. Un’energia totipotente dunque, che è ancora confinata in uno stato informe, ma che può essere trasformata in qualunque cosa, in qualunque momento.

Stiamo parlando dunque di una sorta di quintessenza della potenzialità. Dal punto di vista della numerologia esoterica il 22 viene spesso associato ad un’immagine molto evocativa che chiarisce ancora di più il concetto: un’anima non ancora incarnata.

Le persone che hanno il 22 nella propria data di nascita vedono questa energia “vestirsi” nelle più svariate maniere e dare origine a caratteri che difficilmente possono essere considerati simili agli altri.

Solitamente le persone che hanno questo numero nel loro destino sviluppano una personalità simpatica, piuttosto giocherellona, originale e a tratti geniale. Al fine di cogliere tutte le opportunità e le potenzialità che questo numero raccoglie in sé serve mantenersi liberi, aperti, senza farsi recintare dentro schemi rigidi dai giudizi altrui e dalle costrizioni sociali.

Questo loro tratto non convenzionale, questa libertà di non farsi domande, di seguire la loro indole profonda e agire di conseguenza, è la vera essenza del loro spirito, la loro vera forza. Le persone con il 22 non hanno filtri, sembrano dei folli che si avventurano in situazioni impossibili, ma laddove gli altri si fermano loro possono riuscire con facilità.

Questo perché essi sono dotati di percezioni differenti, di una visione “primitiva” che guarda all’origine delle cose e delle situazioni con semplicità e con profondità. I 22 si adattano ai cambiamenti, al variare degli ambienti e delle situazioni, con estrema naturalezza.

Negli Arcani Maggiori la ventiduesima carta è quella de Il Matto, che da alcuni viene considerata la carta numero 0. Che sia considerata 22 o 0, non cambia il suo ruolo che la porta a chiudere o ad aprire un ciclo, un percorso: quello dei Tarocchi.

La rappresentazione classica del Matto è quella di un giullare, una sorta di vagabondo, saltimbanco che non ha alcun legame e approccia la vita in maniera estremamente libera ed originale.

In qualche maniera il Matto ricalca la figura del Jolly, ovvero di per sé non ha un valore, ma può diventare tutto. Egli ha con sé solo un piccolo sacco, poiché è consapevole di avere tutto quello che gli serve dentro di sé.

Vive “alla giornata” ovvero in un eterno presente che non si ricorda del passato e non è preoccupato per il futuro. In una stesa di Tarocchi il Matto deve essere interpretato tenendo di conto alcune parole di riferimento e concetti chiave: inizio di qualcosa, provare cose nuove, energia primordiale, sciocchezza, stoltezza.

Quando la carta in questione dovesse presentarsi all’interno di una stesa in senso rovesciato le parole chiave e i concetti di riferimento da tenere presenti dovranno attingere ad una gamma più cupa: follia, vanità, assenza, prigionia, incapacità, costrizione, negligenza, inaffidabilità.

Le persone nate il 22 Dicembre dal punto di vista planetario sono governati da Urano che è il pianeta ondivago ed esplosivo per eccellenza. Non bisogna però dimenticare che in questo giorno vi è il passaggio dal segno del Sagittario, governato da Giove, a quello del Capricorno governato da Saturno.

Le persone che ricevono questi influssi contemporanei sviluppano una personalità che li porta alla riservatezza, al pudore e ad una certa esplosività che li contraddistingue.

 

I nati in questo giorno

I nati il 22 di Dicembre sono individui che fanno della continuità la loro principale caratteristica: sanno portare a compimento operazioni a lungo termine sia sul lavoro che in ambito famigliare.

Hanno grande capacità di analisi del loro percorso, studiandone la traiettoria al fine di individuare con precisione millimetrica i loro traguardi. Nella loro vita possono anche cambiare idea e direzione, ma sanno perfettamente cosa vogliono in un determinato periodo e organizzano ogni loro sforzo in questa funzione.

Questo tipo di persona “costruisce per i secoli”, non vive di fiammate, ed organizza tutto molto lentamente ed in maniera solida. I nati in questo giorno sono individui prudenti, che raramente subiscono sconfitte a causa di errori propri.

Possono andare incontro a delle catastrofi che li atterriscono, ma dopo un po’ torneranno a progettare e a costruire con il loro solito impegno. Non amano esporsi ai rischi, per questo scelgono le strade lente ma sicure, e detestano fortemente dover andare a compromettere la propria integrità morale.

Il loro approccio in ogni cosa è segnato da pazienza e da una grande preparazione: una ricetta che risulta molto spesso assolutamente vincente. Nel quotidiano possono però farsi turbare da piccolezza che li portano a innervosirsi per sciocchezze, con esplosioni improvvise di rabbia o atteggiamenti intransigenti.

Solitamente una volta sfogata la loro frustrazione, raramente conservano del rancore. Le persone nate in questo giorno dovrebbero evitare di lasciare spazio a questi sentimenti negativi che li rendono troppo rigidi.

 

La Salute

I nati il 22 Dicembre possono sviluppare problematiche a livello psicologico a causa della complessità dei loro sentimenti e dell’azione incessante della loro parte subconscia che sembra remargli contro.

Per aiutarsi sotto questo punto di vista è consigliabile praticare, anche in tarda età, dell’attività fisica che magari aiuti a mantenere l’elasticità: yoga, ginnastica o similari. Anche le attività competitive sono fortemente raccomandate per i nati in questo giorno che potranno così sfogare molto stress e frustrazioni di vario genere.

A tavola queste persone dovrebbero tenere un certo equilibrio, ma più che farsi guidare da regole rigide per garantirsi la salute dovrebbero integrare nella loro dieta un certo gusto per le sperimentazioni, in modo da sviluppare uno stimolo continuo che li interessi ed affascini.

 

Il Santo del giorno

Il ventiduesimo giorno dell’ultimo mese dell’anno è dedicato nel calendario cristiano a Santa Francesca Cabrini, una missionaria vissuta tra Ottocento e Novecento che si dedicò prima agli immigrati negli Stati Uniti per poi occuparsi con grande fede di tutti i cristiani nel Sud America.

 

Un ultimo consiglio

I nati il 22 Dicembre dovrebbero essere meno arcigni, aprirsi un poco agli altri, rendersi disponibili e lasciarsi andare.

 

 

Clicca qui per vedere tutti i giorni di nascita

Lascia un commento

Effettua il login

Hai bisogno di aiuto?