Nati il 24 Febbraio

Nascere il 24 Febbraio: sacrificio e altruismo

Il numero 24, secondo la numerologia esoterica, va considerato come un 6, in quanto dal 23 in avanti in questa disciplina si iniziano a sommare le cifre che compongono il numero interessato.

Ne consegue che 2+4 = 6. Quest’ultimo è un numero estremamente importante e che deve essere considerato come un simbolo dell’amore.

Si noti però che il 6 richiama all’amore nelle sue manifestazioni più alte: all’amore universale, all’amore celeste.

Non deve dunque essere confuso con l’amore come spesso lo intendono gli esseri umani: un sentimento piuttosto confuso legato alla materia ed al possesso.

Le persone che hanno il 6 nella loro data di nascita evidenziano chiaramente l’importanza che per essi ha l’amore: hanno un bisogno fuori dal comune di amare e di essere amati.

Più avanti si vedrà come proprio questo desiderio incontrollabile sia uno dei tranelli più terribili per chi ha il 6.

Queste persone infatti dovrebbero raccogliere l’invito del 6 a puntare ad una forma d’amore più alta e universale, rivolgendosi dunque ad un sentimento totalmente altruistico e privo di qualunque aspettativa, dare senza volere nulla in cambio.

Le persone con il 6 hanno solitamente come punto di riferimento per ogni aspetto della loro vita l’amore, la bellezza e il piacere e, seppure possa sembrare inaspettato, quando essi seguono questi riferimenti, difficilmente sbagliano.

I problemi per loro nascono invece quando entrano in conflitto con l’amore e con le scelte: quando non seguono i loro riferimenti naturali e ragionano con la logica o con altri parametri, sono destinati a fallire.

Queste persone dovrebbero solo raffinare il loro concetto di amore andando a liberarsi delle gelosie, dell’invidia, del senso del possesso e di tutti quei sentimenti negativi che vanno a condizionare i rapporti d’amore e che li portano verso il basso, verso lo stadio bestiale.

Infatti, il tranello di cui sopra, risiede proprio nel fatto che se rimangono questi sentimenti negativi le persone con il 6 nella data di nascita sviluppano delle vere e proprie dipendenze dall’amore.

Arrivano addirittura al punto di amputare parti di sé stessi, pur di rendersi graditi agli altri e diventare così meritevoli d’essere amati.

Ecco perché queste persone hanno bisogno di raffinare il loro concetto d’amore, di farlo crescere verso l’alto, di orientarlo verso il cielo. Le basse vibrazioni legate all’amore andrebbero quasi del tutto estirpate.

Una volta eliminate i sentimenti più bassi essi possono scegliere con il cuore, saranno sempre nel giusto.

Anche perché, come già detto, se non seguono il cuore, la bellezza e il piacere, e provano ad orientarsi con la razionalità diventano come pesci fuor d’acqua.

Tra gli Arcani Maggiori la carta numero 6 è quella dell’Innamorato che in molti mazzi viene chiamata Gli Amanti.

La raffigurazione classica di questo Arcano comprende un Cupido colto nell’atto di scoccare una delle sue frecce, mentre sotto di lui ci sono tre figure: un uomo al centro e ai lati due donne.

Secondo gli esperti di tarologia questa scena si ispira ad un racconto mitico a proposito di Ercole: egli, dopo le sue fatiche, si stava interrogando sul come utilizzare la propria forza da quel momento in avanti e venne avvicinato da due donne.

Le due figure femminili rappresentate in questa carta rappresentano una la virtù e l’altra il vizio, ognuna di esse cerca di convincere il giovane a seguirla nella propria direzione.

Il ragazzo rappresentato è dunque costretto ad una difficile scelta, ed è dunque evidente che l’Arcano dell’amore è anche l’Arcano della scelta.

Quando questa carta esce in una stesa di Tarocchi è opportuno andare a leggerla tenendo presenti alcuni concetti di riferimento e parole chiave: essere amati, amare, ambito emozionale, sentimenti, scelta, conflitto, unione.

Nel caso in cui questa stessa carta si presenti nella stesa, ma in senso rovesciato sarà opportuno fare riferimento a tutt’altre parole chiave e concetti: disputa, fallimento, frustrazione, separazione.

Le persone nate il 24 Febbraio sono governate dal punto di vista planetario da Venere, che viene considerato dalle tradizioni astrologiche come il pianeta collegato alla bellezza e all’amore.

L’influsso venusiano apporta un certo magnetismo e suscita ammirazione negli altri, ma è importante non cedere troppo ai futili piaceri.

L’influsso contemporaneo di Nettuno, pianeta che governa il segno dei Pesci, rinforza il magnetismo e il romanticismo dei nati in questo giorno, ma li rende anche meno attaccati alla realtà.

 

I nati in questo giorno

I nati il 24 di Febbraio vedono la loro vita profondamente segnata dal sacrificio: essi sono infatti portati a sacrificare tutto quello che è loro più caro pur di rendere felici gli altri.

Spesso si sacrificano per la famiglia, per i compagni, per i genitori… non mancano però di richiedere indietro sacrifici anche da parte delle persone che gli stanno intorno.

Molto spesso il concetto di sacrificio si esprime in una rinuncia allo sviluppo di alcune potenzialità personali al fine di far progredire il gruppo o un’altra persona.

Nel migliore dei casi, la ragione dei sacrifici è quella dell’altruismo. Queste persone dimostrano un rigido senso del dovere che li spinge a togliere a sé stessi per dare agli altri ma possono anche essere guidati da un forte entusiasmo che li guida verso questo tipo di gesto.

Se a guidarli è stato l’entusiasmo, saranno soddisfatti del loro sacrificio vedendo gli altri essere felici, qualora invece lo facciano per senso del dovere, spesso sviluppano rancori verso i beneficiari del loro sacrificio.

 

La Salute

I nati il 24 Febbraio devono evitare soprattutto la vita sedentaria: essi sono infatti inclini ad adagiarsi sulla vita comoda, a godersi i piaceri della vita.

L’attività fisica costante è dunque essenziale per queste persone che dovrebbero optare per esercizi a bassa e a media intensità fatti con grande regolarità.

A tavola essi devono assolutamente tenere a bada i loro istinti di gratificazione: limitare gli zuccheri, i grassi, l’alcol e soprattutto ridurre le dosi di cibo quotidiano.

 

Il Santo del giorno

Il ventiquattresimo giorno, del secondo mese dell’anno è dedicato nel calendario cristiano a Sant’Etelberto, Re del Kent vissuto a cavallo tra VI e VII secolo e che venne convertito da Agostino di Canterbury inviato dal Papa Gregorio Magno.

 

Consiglio del giorno

I nati il 24 Febbraio dovrebbero difendere la parte più profonda del proprio io.

 

 

Clicca qui per vedere tutti i giorni di nascita

Lascia un commento

Hai bisogno di aiuto?
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: