Le12 leggi DEL Karma

Il Karma e le sue 12 leggi

Parlare di Karma, al giorno d’oggi, può essere molto complesso, soprattutto in Occidente. Il nostro periodo storico è assolutamente secolarizzato e guarda con simpatia alle discipline orientali, purché le si imiti a pappagallo, negli aspetti superficiali, senza studiarle davvero a fondo.

 

La diffusione in occidente del Karma

Il concetto di Karma è senza dubbio uno dei concetti cardine che ha fatto molti proseliti ed è diventato di utilizzo comune in tutto l’occidente, come termine.

Fatto sta che seppure il concetto sia molto diffuso i suoi principi e le sue leggi non sono conosciute da molte persone. Nei migliori libri di numerologia si possono trovare alcuni riferimenti al Karma e alcuni chiarimenti sulla questione.

 

Le fondamenta del Karma

Secondo il Trattato Pratico di Numerologia Esoterica, probabilmente il miglior libro sulla numerologia, viene dedicato un capitolo intero al Karma, alle su leggi e alle fondamenta spirituali di questo concetto. Proprio da questo libro di numerologia esoterica abbiamo preso spunto per riportare le 12 leggi del Karma che vi riportiamo qui di seguito.

 

La Grande Legge o Legge di Causa ed Effetto

Questa prima legge è la più conosciuta e si potrebbe tradurre rielaborando un famoso proverbio: si raccoglie ciò che si è seminato. Tutti i migliori corsi di numerologia e di avvicinamento al mondo spirituale cominceranno proprio da qui: se vuoi migliorare la tua vita, vivere amori più intensi, raggiungere la pace e la felicità, dovrai iniziare da te stesso, dal dare pace e felicità al mondo.

 

La Legge della Creazione

Questa legge è una rielaborazione, sotto un altro aspetto della precedente, e sentenzia che per fare accadere le cose è necessario passare all’azione. Ciò che è in cielo è anche in terra, recita la sapienza, e dunque se cambiamo il nostro stato terreno cambierà anche quello celeste. Numerologia e Karma sono legati a doppio filo e per questo entrambe le discipline esortano a cambiare il proprio mondo esteriore iniziando cambiando quello interiore.

 

La Legge dell’Umiltà

L’umiltà è la più grande delle virtù perché sa accettare, sa lasciare andare, non propone un sistema di vita basato sull’antagonismo. È necessario essere umili dunque per passare le varie fasi che porteranno a stati di coscienza più elevati: comprensione, accettazione, evoluzione.

 

La Legge della Crescita

Questa legge è spiegata magnificamente nel Trattato Pratico di Numerologia: “tutto ciò che ti arriva, parte da te”. Se vuoi fare dei cambiamenti devi agire sull’unico punto di cui hai il controllo: te stesso. Se cambi nella tua interiorità tutto il mondo sarà diverso, ogni prospettiva non sarà più la stessa.

 

La Legge della Responsabilità

Una delle leggi meno diffuse in Occidente è proprio questa, poiché tratta un aspetto impegnativo. Il principio su cui si fonda questa legge è che se qualcosa nella tua vita non funziona, è perché qualcosa non sta funzionando dentro di te. Non è sempre colpa degli altri, dell’ambiente, delle circostanze… se si vuole evolvere davvero è necessario prendere coscienza che la responsabilità della propria vita ce l’ha la persona stessa.

 

La Legge di Connessione

Altro principio fondamentale del Karma: tutto l’Universo è connesso assieme. Anche l’azione che può sembrare più inutile ha in realtà un riverbero a livello universale. Il passato, il presente ed il futuro sono collegati assieme e come recita la Tavola Smeraldina, scritta da Ermete Trismegisto: così è in alto come in basso. Ogni azione che viene compiuta ti aprirà la strada verso un’altra, e questa ad una terza… e così via. Non importa da dove si parte, l’importante è iniziare.

 

La Legge del Focus

Una delle prime nozioni che si ricevono in un corso di numerologia abbinata al Karma è quella che ci parla della nostra concentrazione: non si possono servire due padroni, disse Gesù. Allo stesso modo non si possono seguire i valori spirituali e al contempo coltivare pensieri bassi, desideri vili, avidità, odio… Chi guarda verso l’alto deve dimostrarsi all’altezza della strada che ha scelto.

 

 La Legge del Dare e dell’Ospitalità

Saranno le tue azioni a dire chi sei, non le tue parole. Il Karma non ha dubbi, come sempre, e mette di fronte le persone alle proprie azioni e alle proprie responsabilità. Non edulcora con toni pietistici la questione. La vita ti metterà di fronte delle sfide che ti chiameranno a dimostrare chi sei veramente e dovrai farlo vedere con i fatti e non con le parole.

 

La Legge del Qui e Ora

Tutti i migliori libri di numerologia esoterica, legati a doppio filo alle leggi del Karma, non esitano a sottolineare che non si può vivere nel passato e nel futuro. Esiste soltanto il presente: i ricordi del passato e le preoccupazioni del futuro rappresentano soltanto degli ostacoli. È necessario evitare che il passato guasti il presente con il suo lascito e che il futuro abbrutisca il presente con le sue ansie.

 

La Legge del Cambiamento

Uno dei principi del Karma è proprio legato al cambiamento e soprattutto alla necessità dello stesso. Le lezioni universali devono necessariamente portare ad un cambiamento: senza cambiamento bisognerà ripetere la lezione. Su questo principio si fonda anche il concetto di “reincarnazione”: ciò che non si è imparato in questa vita, lo si dovrà imparare nella prossima o in quella dopo ancora. Non si fanno sconti: finché la lezione non sarà appresa non ci sarà evoluzione.

 

La legge della Pazienza e della Ricompensa

Ogni premio, ricompensa e risultato ha bisogno di impegno e sacrificio: su questo il Karma non lascia dubbio alcuno. Se la ricompensa sarà alta, vuol dire che l’impegno è stato profondo. È dunque necessario trovare dentro di sé la consapevolezza che una volta fatto ciò che andava fatto, otterremo la nostra ricompensa in base al sacrificio speso.

 

La legge del Significato e dell’Ispirazione

Questa ultima legge del Karma è fortemente connessa con molte discipline, tra cui la numerologia esoterica, ed è direttamente discendente della legge numero 11: si ottiene qualcosa soltanto se si offre in cambio qualcos’altro. Il valore della tua azione si esprime dunque nell’intento che ci metti dentro. Se il tuo contributo è di scarso valore, si riceverà molto poco. Se invece il tuo contributo sarà d’ispirazione per il mondo, la tua ricompensa sarà ampia.

Lascia un commento

Effettua il login

Hai bisogno di aiuto?